Aderenza terapeutica anche in vacanza

Quando si è in ferie spesso il paziente dimentica di assumere correttamente la cura prescritta dal suo medico. Visto che l’estate è iarrivata, le temperature sono piacevoli in quasi tutta Italia, è bene prendere alcune precauzioni per non dimenticare che l’aderenza terapeutica non va in vacanza.


Se state programmando gite fuori porta, o siete pronti per partire in vacanza, è bene non lasciare a casa l’attenzione alla propria salute.

La guida dell’AIFA

L’Agenzia italiana del farmaco ha emanato linee guida utili per favorire l’aderenza terapeutica in vacanza: sul sito www.agenziafarmaco.gov.it si può consultare e scaricare la brochure “Farmaci ed estate”.

Consigli pratici per chi viaggia e deve seguire una terapia

Ecco alcuni consigli pratici e semplici per evitare problemi durante le festività. Prima di tutto, è consigliabile portare con sé non soltanto i farmaci di cui si ha bisogno, ma anche un elenco dei medicinali in cui sia annotato il nome del principio attivo e del dosaggio. Se viaggiate all’estero, infatti, spesso il nome del medicinale è diverso e non è detto che tutte le farmacie abbiano proprio il prodotto che vi serve.
Se prevedete di passare molto tempo lontano da casa, mettete le pillole del giorno in un portapillole (avendo cura di usare quelli comprati in farmacia ed esplicitamente destinati al trasporto di farmaci). Durante gli spostamenti verso la località di villeggiatura, ricordate che le medicine vanno trasportate nell’abitacolo condizionato della macchina. I farmaci, invece, che richiedono di essere tenuti in frigo, è meglio procurarseli sul posto.

Consigli pratici per migliorare l’aderenza alla terapia

In occasione del vostro viaggio, la preoccupazione di molti sta nel fatto di doversi procurare e ricordare di assumere i farmaci per la propria terapia. CI sono diversi modi o abitudini per seguire correttamente le indicazioni di medico e farmacista, vediamone alcuni:

Il Piano terapeutico cartaceo

  1. Scaricare lo schema per il tuo piano terapeutico da questo link
  2. Compilare lo schema con la posologia, oppure fallo compilare dal tuo medico dal farmacista (che dovrà seguire comunque le indicazioni del medico)
  3. Tieni sempre con te il piano terapeutico e segna sul retro del foglio eventuali cambiamenti di pressione o malesseri.

Il piano terapeutico digitale, la tecnologia a supporto delle terapie croniche

Per avere un piano terapeutico digitale, basta andare nelle farmacie aderenti (l’elenco è consultabile sul sito www.seguilaterapia.it) e aderire gratuitamente a Seguilaterapia dedicato all’aderenza terapeutica. Una volta che il farmacista compilerà il vostro piano terapeutico, segnando tipo di farmaco, quantità e ora di assunzione, riceverete un sms o una telefonata con le indicazioni sui farmaci da assumere secondo il vostro piano di cura.

Questo è un sistema innovativo che vi eviterà di dovervi “ricordare di assumere il farmaco” perché sarà lui a farlo per voi. Inoltre uno speciale avviso vi arriverà quando starete per esaurire la confezione, così da non rimanere senza.

Scopri le farmacie che offrono il servizio gratuito Seguilaterapia, bastano pochi minuti per attivarlo, così da ricevere un supporto utile per voi o i vostri familiari. Accedi all’elenco delle farmacie attive